“Ciao ragazzo” di Chico Buarque de Hollanda

di / 30 gennaio 2012

Che il Club Tenco, ormai da moltissimi anni, rappresenti un marchio indelebile per la musica nostrana, s’era capito da tempo. A stupire è il fatto che continui, in un mercato ormai totalmente saturo, a pensare e partorire, affiancato nella produzione dalla “solita” Ala Bianca (a cui va riconosciuto il merito di aver puntato fortissimo sulla migliore musica d’autore degli ultimi trent’anni), dei prodotti di un livello così alto. L’ultima chicca, il cd Ciao ragazzo, è di fatto un’opera unica, una vera e propria perla di indiscussa e rara bellezza.
Senza dimenticare il valore di testimonianza: si tratta infatti di un altro documento capace di arricchire uno scenario già colmo di personaggi troppo facilmente dimenticati dal grande pubblico.
Nella carrellata di “anime artistiche”, quest’anno è la volta del grande Chico Buarque de Hollanda, ricordato in un concerto del 1996 quando, ripulito dagli orpelli sanremesi, il palco dell’Ariston accoglie il progetto ideato dal rimpianto Amilcare Rambaldi.

Il disco, curato da Enrico de Angelis e Toni Verona e pubblicato in doppio cd, è un altro omaggio alla figura carismatica del fondatore del Club (nonché primo ideatore del Festival di Sanremo). Lo stesso titolo riprende infatti il tipico saluto di Amilcare Rambaldi, che quest’anno festeggia i cento anni dalla nascita.
Al concerto, presentato da Antonio Silva, partecipò, oltre all’autore arrivato appositamente dal Brasile, fatto di per sé raro, un nutrito gruppo di cantanti e artisti del calibro di Vinicio Capossela, Giorgio Conte, Armando Corsi, Irio De Paula, Grazia Di Michele, Enzo Jannacci, Antonella Serà e Tosca.
Tra le chicche e le rarità “Genova per noi” e “Anema e core” cantate da Buarque in italiano e in napoletano, la “Francese” di Capossela e il “Tatuaggio” di Tosca, e sfido a trovare un brano che non possa considerarsi tale, anche per il fatto che, nel progetto, sono state tentate con successo traduzioni di Sergio Bardotti, Giorgio Calabrese, Ivano Fossati, Vinicio Capossela, Sergio Secondiano Sacchi (per la Di Michele), Giorgio Conte.
I numerosi consensi che questo disco sta raccogliendo non hanno certo arrestato la promozione, che va avanti senza sosta con incontri e presentazioni in tutta Italia.


Track list

CD1
1) Samba de Orly – A. Corsi
2) Occhi negli occhi (Olhos nos Olhos) – A. Serà/A. Corsi
3) Ninna nanna (Acalanto) – G. De Michele
4) Anna da Amsterdam (Ana de Amsterdam) – G. De Michele
5) La banda passò (La banda) – G. Conte
6) Facendo i conti (Trocando em miudos) – Tosca
7) Tatuaggio (Tatuagen) – Tosca
8) La Francese (Joana Francesa)- V. Capossela
9) O que será– I. De Paula
10) Samba e amor – I. De Paula
11) Pedro Pedreiro – E. Jannacci
12) La costruzione – E. Jannacci
13) Oh che sarà – E. Jannacci/C. Buarque


CD2
14) Volta do malandro – C. Buarque
15) Samba do grande amor – C. Buarque
16) Futuros amantes – C. Buarque
17) Joana Francesa – C. Buarque
18) Eu te amo – C. Buarque
19) Quem te viu, quem te ve – C. Buarque
20) E la desatinou – C. Buarque
21) Bejo da cruz – C. Buarque
22) Estacao derradeira – C. Buarque
23) Genova per noi – C. Buarque
24) Vai passar – C. Buarque
25) Anema e core – C. Buarque

Bonus track:
26) Tre uomini – O. Vanoni
27) Tatuaggio – O. Vanoni

  • condividi:

Comments

News

effe

“effe – Periodico di altre narratività” numero nove

“effe – Periodico di altre narratività” numero nove

Archivio