“…Like Clockwork” dei Queens of the Stone Age

di / 1 luglio 2013

Era il video di “Go with the Flow”. Una macchina sparata al massimo nel sole del deserto. Tra chitarre furiose e donne seminude. Rosso intorno. Furore e grinta. A tutta velocità. Ho sempre idealizzato così il rock dei Queens of the Stone Age. Un hard rock che con Songs for the Deaf ha segnato livelli irraggiungibili nella discografia del terzo millennio.

Dopo qualche alto e basso, fuoriuscite dalla band, paternità e silenzio, le “Regine” sono tornate. Alla loro maniera. Risalendo su quella macchina, imbracciando le medesime chitarre, e consegnando …Like Clockwork.

Coerente con l’accenno fatto all’inizio, ora i fan possono mettere al massimo nello stereo “My God Is the Sun”. Il nuovo brano è la quintessenza del sound di Josh Homme e compagni. Le chitarre stoner e la batteria sono la fusione perfetta, pronta a prendere il lancio con il ritornello. L’iniziale ascolto di un pezzo del genere, da subito tranquillizza l’ascoltatore e il critico scettico. Ma le basi per un nuovo grande disco c’erano tutte: il ritorno Nick Oliveri e Dave Grohl (!!!) e le news riguardanti le guest. Se alla combriccola non può mancare il faro tutelare di Mark Lanegan, gli altri nomi hanno incuriosito e fatto salire l’eccitazione: la moglie di Homme – Brody Dalle –, Alex Turner degli Arctic Monkeys, Trent Reznor e Elton John. Sì, avete letto bene anche l’ultimo nome. Tutti personaggi illustri, che ascoltando bene il disco, incidono poco sulle tracce.

Di …Like Clockwork, rispetto al passato, colpisce la vena più psichedelica e visionaria. Sperimentale. Prendete quel capolavoro malato di “Kalopsia”. Un brano del genere le “Regine” non lo avevano mai fatto, e il risultato è clamoroso. Come riuscitissime e indelebili sono le dolenti ballate dell’album: da “The Vampire of Time and Memory” – perfettamente il linea con lo stile grafico fumettistico del disco – a “I Appear Missing” e il gran finale di “Like Clockwork”. I brani che avanzano sono i Queens of the Stone Age in grande spolvero, molto curati negli arrangiamenti, e pieni di energia e vitalità.

Insomma, cari lettori, …Like Clockwork quest’estate vi terrà parecchia compagnia. Perché i Queens of the Stone Age oltre ad avere il Sole, hanno anche il Rock come Dio. Un po’ come noi.


(Queens of the Stone Age, …Like Clockwork, Matador Records, 2013)

 

  • condividi:

Comments

News

effe

“effe – Periodico di altre narratività” numero nove

“effe – Periodico di altre narratività” numero nove

Archivio