tutti gli articoli con tag: 66thand2nd

Le radici profonde del perturbante

Una riflessione su “Casa di foglie” di Mark Z.(ampanò?) Danielewski

di / 14 gennaio 2020

A vent’anni dalla prima edizione statunitense, rivede la luce, dopo alcune peripezie editoriali, una nuova traduzione di Casa di foglie di Mark Z. Danielewski, a cura di Sara Reggiani e [leggi]

Che Dio ce la mandi buona

“La Trinità bantu” di Max Lobe

di / 13 giugno 2018

Quando le cose si mettono davvero male non resta che rivolgersi alla Trinità bantu: c’è Nzambé, Dio Padre, Élôlombi, «Dio degli spiriti che planano sulle nostre anime», e i Bankóko, [leggi]

I peccati originali dell’America

“Esperimento americano” di Benjamin Markovits

di / 29 gennaio 2018

Si fa un esperimento quando si intende dimostrare, confermare o brevettare la bontà di una determinata operazione o fenomeno, per osservarne e scoprirne le leggi che lo governano. Se però [leggi]

“Culo nero”
di A. Igoni Barrett

Quando essere è più semplice che diventare

di / 20 novembre 2017

Culo nero (66thand2nd, 2017) è il primo romanzo del nigeriano A. Igoni Barrett e ricorda, ma solo a una prima lettura di superficie, una metamorfosi kafkiana del nostro tempo. È [leggi]

“Tokyo transit”
di Fabrizio Patriarca

Viaggio allucinato nella Tokyo del duemila

di / 8 febbraio 2017

Anno 1997. Una band canadese chiamata Strapping Young Lad pubblica il suo secondo full-lenght. Si intitola City e fra i musicisti che danno vita a quel capolavoro della musica estrema [leggi]

“Terminus Radioso”
di Antoine Volodine

Post-esotismo post-atomico e post-sovietico

di / 21 dicembre 2016

Per poterne parlare, è necessario premettere che Terminus Radioso di Antoine Volodine (66thand2nd, 2016) è uno di quei libri ai quali è impossibile rimanere indifferenti: 1) Lo si ama. 2) Lo [leggi]

“Derive”
di Pascal Manoukian

Un romanzo di migrazioni che racconta le radici dell’esodo verso l’Europa

di / 7 novembre 2016

Basta poco per dissociarsi, per disconnettere una persona dalla sua storia. L’asiatico che vende le rose, l’immigrato est-europeo, il profugo nero: tutte figure umane che nella percezione comune rimangono appena [leggi]

News

effe

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

Archivio