tutti gli articoli con tag: nottetempo

La geografia emotiva di Germana Urbani

A proposito di “Chi se non noi”

di / 1 giugno 2021

Il Delta del Po accoglie tutte le diramazioni fluviali pronte a sfociare nell’Adriatico settentrionale e occupa una buona parte del territorio che prende il nome di Polesine: nella provincia veneta, [leggi]

Comunicazione senza comunità

“La scomparsa dei riti” di Byung-Chul Han

di / 20 maggio 2021

L’improvviso scoppio della moda Vintage, i filtri per l’invecchiamento in stile polaroid su Instagram, un certo attaccamento verso il mondo analogico: fenomeni che con la dovuta attenzione si rivelano più [leggi]

La lezione di Susan Sontag

“Davanti al dolore degli altri”

di / 10 aprile 2021

C’è una donna seduta, ha i capelli raccolti, lo sguardo duro e luminoso. I lineamenti sono inaspriti dalla fatica, la pelle è solcata dal sole e dal tempo, anche se [leggi]

Stanchezze generazionali

Su “La società della stanchezza” di Byung-Chul Han

di / 13 ottobre 2020

New York, 1960. C.C. Baxter lavora al diciannovesimo piano di un grattacielo, precisamente all’ufficio polizze scadute di una grande compagnia assicurativa. Timbra il cartellino alle 8:50 e abbandona l’ufficio alle [leggi]

La proiezione del mondo che è dentro di noi

“Permafrost” di Eva Baltasar

di / 19 maggio 2020

Permafrost di Eva Baltasar (Nottetempo, 2019) è un romanzo viscerale e riflessivo. Un estenuante flusso di coscienza, di pensieri e confessioni, segue il ritmo cantilenante di un “io narrante” emotivamente [leggi]

Non bisogna mai scherzare con la Storia

“L’attentato di Sarajevo” di Georges Perec

di / 27 aprile 2020

Esistono innumerevoli modi per dirsi addio, così come per riapparire dai meandri polverosi della memoria, e L’attentato di Sarajevo di Georges Perec ne conosce almeno tre. Perché per arrivare alle [leggi]

Susan Sontag: Abbandonare l’innocenza

“La coscienza imbrigliata al corpo. Diari e taccuini 1964-1980”

di / 20 febbraio 2020

Prima di leggere il secondo volume dei diari di Susan Sontag, La coscienza imbrigliata al corpo. Diari e taccuini 1964-1980 (nottetempo, 2019), occorre fare un piccolo esercizio di stile, più [leggi]

Esilio e “desexilio”

“Impalcature” di Mario Benedetti

di / 16 gennaio 2020

Mario Benedetti lo aveva detto che nessuna parola era in grado di spiegarlo, che sarebbe servito un termine da coniare appositamente per tentare di racchiudere tutti i sentimenti che si [leggi]

“Perdutamente”
di Ida Amlesù

La completezza dell’assenza

di / 9 ottobre 2017

La prima cosa che fatto quando ho finito di leggere Perdutamente (Nottetempo, 2017) è stata fissare per un po’ la copertina e pensare a come i movimenti delle mani e [leggi]

News

effe

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

Archivio