Tutti gli articoli di Giuseppe Del Core

Cortázar, tutto il tempo del mondo

A proposito di “Rayuela”

di / 27 febbraio 2021

Sarebbe facile e pigro limitarsi a dire che Rayuela (Einaudi, 1969) non è un romanzo, ma un gioco – e qualcuno, cedendo alla stucchevolezza, potrebbe completare “è il gioco della [leggi]

Chi vince e chi lotta

“Il vecchio lottatore” di Antonio Franchini

di / 25 gennaio 2021

È durato dieci anni, il silenzio di Antonio Franchini, che avevamo salutato l’ultima volta nel 2010 con Signore delle lacrime edito da Marsilio – opera simbolo, tra le altre, di [leggi]

Prima di oggi

A proposito di “Racconti a orologeria” di Faruk Šehić

di / 8 dicembre 2020

Per convenzione, o talvolta per gioco, riusciamo a dividere ogni esperienza tra un “prima” e un “dopo”. Non solo la Storia, ma le nostre stesse vite si scandiscono in una [leggi]

Dare del tu al linguaggio

A proposito di “Darsi del tu” di Edina Szvoren

di / 7 ottobre 2020

La narrazione è il punto di arrivo dell’esperienza. Potrà suonare come una sentenza d’accademia, tanto più che una simile asserzione ne implica un’altra, e cioè che tutto è narrazione. Siamo [leggi]

Di tutti e di nessuno

A proposito di “Due vite” di Emanuele Trevi

di / 30 luglio 2020

È particolare e significativa, la scelta compiuta da Trevi nel primo approccio al racconto, quella cioè di iniziarlo partendo da un ricordo preciso che ruota attorno a L’origine del mondo. [leggi]

Il testa-coda di Martin Amis

A proposito di “Money” e di “La vedova incinta”

di / 20 luglio 2020

Lo scorso inverno, alla notizia della pubblicazione prossima di una nuova opera di Martin Amis, cominciò rimbalzare un articolo del Guardian scritto qualche mese prima, nell’agosto del 2019, un giorno [leggi]

Quello che viene dopo

A proposito di “Tutti i racconti” di Bernard Malamud

di / 28 gennaio 2020

Dopo la ripubblicazione di Il commesso (2017), L’uomo di Kiev (2017), Gli inquilini (2018) e Il migliore (2019), prosegue il lavoro di recupero di Bernard Malamud da parte di Minimum [leggi]

Perdonami
mentre il giorno muore

“Riposa, Coniglio” di John Updike, ultimo capitolo della tetralogia di Harry Angstrom

di / 16 maggio 2019

Nel saggio con cui si apre la versione Einaudi di Sei ricco, Coniglio, Julian Barnes traccia una mappatura della carriera di John Updike a partire dalla notizia della sua morte. [leggi]

Le parole che non ho detto

“La straniera” di Claudia Durastanti

di / 7 maggio 2019

Dopo il brillante esordio (Un giorno verrò a lanciare sassi alla tua finestra) che le valse la vittoria al Mondello Giovani, cui seguirono A Chloe, per le ragioni sbagliate (Marsilio, [leggi]

Per cosa stiamo invecchiando

“Sei ricco, Coniglio” di John Updike

di / 11 aprile 2019

Ci sono: un uomo, una donna e un ragazzo, poi ancora il traffico, l’odore di benzina, l’inflazione che puoi quasi annusare nell’aria, gli amici, le auto. Ci sono i vivi [leggi]

News

effe

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

Archivio