IlCult

L’amore per essere altro

A proposito di “Orlando” di Virginia Woolf

di / 28 ottobre 2019

All’una di notte del 17 marzo 1928 Virginia Woolf finisce di scrivere Orlando. «Ho scritto questo libro più velocemente degli altri: ed è tutto uno scherzo; allegro e di rapida [leggi]

“L’esclusa”, gli esclusi

di / 12 aprile 2019

Siamo nell’ultimo decennio dell’Ottocento, quando ormai sono state poste le basi, anche in Italia, di una società di massa che decollerà, nei primi anni del Novecento. Sono anni di grandi [leggi]

Dio non ci guarda

“Corri, Coniglio” di John Updike

di / 4 dicembre 2018

In Corri, Coniglio, a John Updike bastano meno di dieci pagine per tessere un clima di disillusione profonda e pure così pacata. La primissima scena è subito un riflesso vivido [leggi]

Il tragico disintegrarsi di un’illusione

“Il grande Gatsby” di Francis Scott Fitzgerald

di / 22 giugno 2018

Approcciarsi a libri considerati capolavori della letteratura mondiale non è mai semplice. Quel timore reverenziale che si prova ogni qual volta si inizia una lettura del genere, spesso influenza il [leggi]

“Dubliners” e il futuro

“Gente di Dublino” di James Joyce

di / 25 maggio 2018

Rileggere nel terzo millennio Gente di Dublino di James Joyce? Assolutamente sì. Perché è a distanza di un secolo che possiamo spiegarci le tante difficoltà di pubblicazione, e i non [leggi]

La premura del destino, il rigore della morte

"Addio alle armi" di Ernest Hemingway

di / 21 maggio 2018

«Non avrebbe dovuto esserci tutto questo morire da dover passare». Il dover morire. Non arbitrario, casuale, evitabile, scansabile, ritardato o scongiurato. Un dover morire che è dato di fatto. Non [leggi]

Libertà e impegno civico

"Sostiene Pereira" di Antonio Tabucchi

di / 15 maggio 2018

Sostiene Pereira è un libro senza tempo. Antonio Tabucchi ha plasmato il romanzo per eccellenza, dove si intrecciano morte, vita e consapevolezza di sé. Con uno stile del tutto personale, [leggi]

Un libro mai celebrato abbastanza

"La troga" di Gianpaolo Rugarli

di / 7 maggio 2018

«E come potrei? I fatti sono troppo numerosi: piraterie, sequestri di persona, rapine, grassazzioni, plagi, oscenità, stupri, eresie, sacrilegi, corruzioni… Ma questi sono solo i sintomi del vero male». La [leggi]

Amore senza futuro

“Il barone rampante” di Italo Calvino

di / 27 aprile 2018

Scritto tra il ’56 a il ’57, Il barone rampante rientra nella fase artistica più feconda e matura di Italo Calvino. Un libro che sostanzialmente porta alle estreme conseguenze un’ [leggi]

Il racconto di una vita

A proposito di “La coscienza di Zeno” di Italo Svevo

di / 18 gennaio 2018

«La vita non è né brutta né bella, ma è originale!» Una chiave di lettura insolita del nostro percorso terreno quella del protagonista di La coscienza di Zeno, dietro la [leggi]

L’estenuante attesa come metafora della vita

“Il deserto dei Tartari” di Dino Buzzati

di / 29 novembre 2017

Se mi fosse permesso di scegliere, tra gli impulsi più comuni dell’uomo, quello più pericoloso, sceglierei l’indolenza. Essa, di sottecchi, agisce sull’esistenza, come l’acqua scava la pietra: lentamente, ma in [leggi]

News

effe

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

“effe – Periodico di altre narratività” numero dieci

Archivio