Tutti gli articoli di Chiara Gulino

“Karma clown”
di Altaf Tyrewala

Una scrittura spietata e provocatoria

di / 6 settembre 2017

«Tutti sanno […] che un clown dev’essere malinconico per essere un buon clown, ma che per lui la malinconia sia una faccenda seria da morire, fin lì non arrivano». Chissà [leggi]

“Kobane calling”
di Zerocalcare

Un graphic novel di vera controinformazione

di / 19 giugno 2017

Rebibbia è fin qui stato il Mondo. Il solo Mondo. E fuori da quelle coordinate la parola perdeva mordente e significato. Ma a Kobane c’è veramente tutto il Mondo perché [leggi]

“La terra dei figli”
di Gipi

Una terra desolata di sopravvissuti

di / 15 maggio 2017

Dopo il meritato successo del precedente Unastoria, candidato al Premio Strega 2014 e i precedenti graphic novel dal taglio autobiografico e intimistico, scopriamo con La terra dei figli (Coconino Press/Fandango, [leggi]

“Gin tonic a occhi chiusi”
di Marco Ferrante

La fotografia di una classe dirigente in disfacimento

di / 19 aprile 2017

La letteratura ha la capacità di rivelare le molte zone d’ombra, che il sistema di valori di una classe sociale in dissolvenza vorrebbe insabbiare, fatte di mezze verità, reticenza, slealtà [leggi]

“I custodi di Slade House”
di David Mitchell

Il nuovo romanzo dell’autore di “Cloud Atlas”

di / 20 febbraio 2017

Non sempre abbiamo la capacità di determinare il nostro destino. Basta trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato e tutto finisce. O meglio sparisce. I custodi di Slade House (Frassinelli, [leggi]

“La frantumaglia”
di Elena Ferrante

«La funzione di un autore è tutta nella scrittura»

di / 16 gennaio 2017

«Io penso che, in arte, la vita che conta sia la vita che resta miracolosamente viva nelle opere. […] La via biografica non porta al genio di un’opera, è solo [leggi]

“Un bene al mondo”
di Andrea Bajani

Una favola sulla necessità di crescere nonostante il dolore

di / 14 dicembre 2016

Il dolore non ha consistenza, né peso o misura. Eppure il dolore ferisce. Può mordere, graffiare o dare zampate. Oppure può essere fatto della stessa sostanza sfuggente degli esseri fragili, [leggi]

“Conforme alla gloria”
di Demetrio Paolin

Una presa di coscienza, una scrittura scarna e senza orpelli

di / 14 novembre 2016

«Testimoniare è fare male, nella dose minima ma sufficiente affinché ognuno capisca cosa è stato». Conforme alla gloria di Demetrio Paolin (Voland, 2016), tra i dodici finalisti del Premio Strega [leggi]

“Vangelo Yankee”
di Nicolò Gianelli

L’ultimo lungo sogno letterario del giovane autore modenese

di / 17 ottobre 2016

Se On the Road di Jack Kerouac è stato uno dei libri simbolici degli anni Cinquanta americani, una specie di Bibbia per intere generazioni di ragazzi che intendevano sovvertire le [leggi]

“Isole minori”
di Lorenza Pieri

La storia di una partenza e di un ritorno, ma anche dell’essenza dell’amore

di / 19 settembre 2016

Isole minori (Edizioni e/o, 2016), romanzo d’esordio dell’editor Lorenza Pieri, mostra un percorso lungo il quale cresce la consapevolezza di un’impossibilità che non equivale però a una sconfitta. È la consapevolezza, [leggi]

News

effe

“effe – Periodico di altra narratività” numero sette

“effe – Periodico di altra narratività” numero sette

Archivio